STORIA

 

MISSIONE

 

STORIA

 

ORGANIGRAMMA

MISSIONE

CARTA DEI PRINCIPI

1. Scopo della FPCE
La FPCE promuove, coordina e organizza la formazione professionale e la formazione professionale continua nel ramo delle installazioni elettriche, proponendo corsi ed esami professionali riconosciuti a livello cantonale e federale, nonché corsi e seminari di aggiornamento. Essa si rivolge a coloro che desiderano ottenere una qualifica professionale, ai professionisti attivi sul territorio ai diversi livelli (operatori senza qualifica, Operai, Quadri intermedi e Quadri superiori), offrendo percorsi formativi in grado di soddisfare le esigenze di formazione richieste dal mercato del lavoro.

Al momento la FPCE è il referente principale per la formazione professionale, formazione professionale continua e professionale superiore nel ramo elettrico e telematico nella Svizzera italiana, ruolo che si propone di mantenere e se possibile consolidare. Si propone inoltre di promuovere e migliorare l’immagine della propria categoria professionale, ampliando il bacino di utenza, in particolare aumentando il numero di addetti del ramo formati che intraprendono corsi di formazione continua. La FPCE intende inoltre sviluppare la consapevolezza ed il riconoscimento del livello qualitativo di formazione offerto presso i professionisti del ramo non direttamente coinvolti nel campo elettrico (Ingegneri, Architetti e Tecnici) e presso le associazioni membro della FPCE (AIET, AMESI, ASCE/SI).

2. Qualità del servizio di formazione
La FPCE si propone di offrire la migliore qualità di prestazione per l’attività formativa, garantendo ai corsisti ed a tutti gli utenti in generale prestazioni di qualità nel rispetto delle singole esigenze formative adeguatamente al livello di formazione richiesto, e tenendo conto delle particolarità del bacino di utenza al quale si indirizza.

L’offerta di qualità si basa sui seguenti aspetti:

  • Acquisizione, mantenimento e l’affinamento continuo della Certificazione EDUQUA.

  • Eventuali ulteriori strumenti in grado di sviluppare coerentemente il concetto generale di qualità del servizio di formazione prestato dall’istituzione saranno valutati.

  • Sviluppo della motivazione personale nei confronti della qualità di tutti gli addetti operativi in ambito formativo presso la FPCE, nonché presso le associazioni membro e gli organi ufficiali.

  • Incentivare la formazione e l’aggiornamento continuo di ogni figura, nel suo ambito operativo specifico, favorendo nel contempo una certa interscambiabilità dei ruoli all’interno della struttura operativa.

  • La FPCE rivolge particolare attenzione alla scelta e alla selezione dei collaboratori,  garantendo corsi di formazione continua, come auspicato e richiesto dalla normativa EduQua, questi ultimi in particolare sull’aggiornamento nel contesto pedagogico e didattico.

  • L’associazione mette a disposizione compatibilmente con le risorse finanziarie, tutti i mezzi didattici, tecnologici, amministrativi, nonché logistici per garantire il successo nell’applicazione dei sistemi di qualità.

  • Fondamentale sarà garantire un costante adattamento all’evoluzione della tecnica, in conformità con le esigenze del mercato del lavoro e dell’attività in genere legata al nostro ramo professionale specifico.

3. Principi legati al programma
La FPCE si propone di garantire l’organizzazione di processi formativi che corrispondano interamente alle indicazioni generali e particolari espresse nei vari regolamenti professionali e professionali superiori, dettati dalle direttive federali. Per corsi organizzati e non compresi in questo ambito formativo, l’FPCE si assume il compito di strutturare in modo coerente e pertinente in base alla natura formativa quest’ultimi.

A livello pedagogico-didattico l’associazione predilige un metodo di insegnamento attivo, basato sulla partecipazione reale e concreta da parte dello studente. Il suo coinvolgimento deve essere superiore a quello di semplice uditore, e gli viene offerta la possibilità di un’interazione costruttiva a più livelli con l’insegnante e con la materia. Le lezioni si alternano fra teoria e pratica, sfruttando i mezzi tecnologici e didattici a disposizione nelle aule e laboratori offerti dalle sedi.

4. Clima di lavoro
Tramite incontri regolari a vari livelli (dirigenti, responsabili dei corsi, corpo insegnante) é garantito uno scambio di informazioni utile al buon funzionamento dell’istituzione. Inoltre i responsabili sono sempre reperibili da parte degli studenti tramite la posta elettronica, per chiarimenti e suggerimenti. Un segretariato è a disposizione per i corsisti.

La carta dei principi è stata letta ed accettata dal Comitato della FPCE nel corso della riunione del 08.09.2015.


STORIA

La FPCE nasce dall’unione di gruppi di lavoro che si occupavano della formazione continua presso le Associazioni:

AIET Associazione Installatori Elettricisti Ticinesi

AMESI Associazione Maestri Elettricisti della Svizzera Italiana

ASCE (prima ACTIE) Associazione Svizzera Controllori Elettricisti, Sezione Ticino

Il 29 gennaio 2004, durante l’Assemblea generale, viene costituita e così fondata l’Associazione per la Formazione Professionale Continua nel ramo Elettrico - FPCE

A01.03 “Statuto FPCE”

Inizialmente la FPCE operava come gruppo di lavoro con mansioni di coordinamento tra le tre associazioni.

Dalla sua costituzione, ogni associazione nomina al suo interno 9 membri da proporre in Assemblea FPCE i quali, una volta accettati, sono suddivisi in 7 membri dell’Assemblea e due membri di comitato FPCE.

Il comitato FPCE, che si riunisce di regola mensilmente, ha la gestione intera di tutte le attività della FPCE.

 

 

ORGANIGRAMMA

ORGANIGRAMMA